L’Urna di don Bosco a Figline Valdarno

Con grande gioia, vi comunichiamo il ritorno di Don Bosco a Figline Valdarno. L’urna con le reliquie del Santo dei giovani, che dal 2009 è in pellegrinaggio in tutto il mondo, farà tappa nel nostro paese Lunedì 21 Ottobre.

L’Urna di don Bosco sarà esposta alla venerazione dei fedeli dalle 13,00 alle 15,00 presso la collegiata di Santa Maria, in piazza Marsilio Ficino. Tutto il paese di Figline Valdarno non vede l’ora di riabbracciare don Bosco, pieni di gioia e riconoscenza. Don Bosco ritorna!

Indulgenza plenaria durante il pellegrinaggio dell’urna con la reliquia di Don Bosco

In occasione del passaggio dell’urna con la reliquia di Don Bosco nelle Ispettorie e case salesiane della Congregazione, in preparazione del bicentenario della nascita di Don Bosco, il Santo Padre, su richiesta del Rettor Maggiore Don Pascual Chávez Villanueva, ha concesso l’Indulgenza plenaria, lucrabile da tutti i fedeli che parteciperanno ad una funzione sacra in onore del santo o sosteranno per un congruo tempo in venerazione e preghiera davanti all’urna.

Le motivazioni della richiesta rivolta al Santo Padre dal Procuratore generale don Francesco Maraccani, a nome del Rettor Maggiore, partono dal desiderio di favorire una crescita della vita di fede, speranza e carità, nella comunione della Chiesa come preparazione alla celebrazione del bicentenario della nascita di Don Bosco.

L’indulgenza plenaria: cos’è e come funziona

L’indulgenza plenaria è una dottrina della Chiesa cattolica che prevede la possibilità di cancellare la pena temporale di un peccato, ovvero di quelle pene che si dovrebbe scontare in Terra con preghiere e penitenze o, nell’Aldilà, con il Purgatorio. Il peccato ha infatti due conseguenze, la pena eterna che si cancella con la confessione e appunto la pena temporale. L’indulgenza plenaria (come quella parziale, che si riferisce solo a una parte delle pene temporali) permette a chi ne beneficia di estinguere le conseguenze del peccato non purificate dalla confessione.

Le Indulgenze sono sempre applicabili o a se stessi o alle anime dei defunti, ma non sono applicabili ad altre persone viventi sulla terra.

L’indulgenza plenaria è quindi un evento eccezionale solitamente riservato agli anni giubilari, e infatti l’ultima volta era stata concessa da Giovanni Paolo II per il Giubileo del 2000 e anche la sera dell’elezione di Papa Francesco , in tale occasione l’indulgenza è stata garantita non solo ai presenti in Piazza San Pietro ma anche a tutti coloro che stavano assistendo tramite qualsiasi canale tecnologico.

Ma come funziona l’indulgenza plenaria? Per cominciare bisogna essere cattolici battezzati e non essere in peccato mortale: per ottenere l’indulgenza (anche dai peccati precedentemente confessati) bisogna pregare secondo le intenzioni del Santo Padre di Credo, Ave Maria, Padre Nostro e Gloria, confessarsi e prendere la Comunione 7 giorni prima o sette giorni dopo.